top of page
Alba_Audace_1926-1927.jpg

L'Alba Roma 1907

La Società Sportiva Alba, conosciuta semplicemente come Alba, è stata una società calcistica di Roma fondata nel 1907. Sciolta durante il periodo della Prima Guerra Mondiale, fu rifondata nel 1918 da Umberto Farneti, proprietario del club fino al 1926, che era il titolare di un'osteria del centro di Roma, nei pressi del quartiere Flaminio, utilizzata anche come "sede sociale" della squadra e come ritrovo per i sostenitori del club.

La maglia di gioco era di colore verde, interrotta da una grande  banda  bianca orizzontale.

La Storia

A partire dal 1910, con l'istituzione del Comitato regionale del Lazio in seno alla FIGC, il calcio romano e laziale iniziò a strutturarsi e iniziò l'attività sportiva del club. Inizialmente i tornei del Lazio vennero relegati alla III Divisione. Dalla stagione 1912-13 il campionato di calcio assunse una forma nazionale: i tornei regionali della Lega Sud vennero promossi a Prima Categoria; i primi due campionati vennero - come di consueto in quegli anni - dominati dalla Lazio. L'Alba partecipò al campionato di Prima Categoria 1912-13 dopo gli spareggi avvenuti contro Juventus Roma e Tebro. Si ritirò però dal torneo, e le partite contro l'Alba furono annullate e date vinte 2-0 a tavolino causa ritiro definitivo dal campionato. Ripartì dal torneo di Promozione, nella quale non ottenne risultati di rilievo. Il conflitto bellico sovvertì le gerarchie nel calcio romano, i tornei ripresero nel 1919. Nella stagione 1920-21 giunse prima nella Promozione laziale passando quindi in Prima Categoria. La società seguì successivamente un approccio professionistico e lottò per le prime posizioni con le concittadine Fortitudo e Lazio. Dal 1923-24 al 1925-26 l'Alba vinse per tre volte consecutive il girone eliminatorio laziale di Prima Divisione. Nel 1923-24 raggiunse inoltre per la prima volta la Finale di Lega Sud, perdendola contro il Savoia di Torre Annunziata. Nel 1924-25 e nel 1925-26 i biancoverdi vinsero due volte la Finale Sud (contro Anconitana e Internaples), poi perdendo entrambe le volte la finalissima per l'assegnazione dello scudetto: nel 1925 contro il Bologna (0-4 in trasferta e 0-2 in casa) e nel 1926 contro la Juventus (1-7 in trasferta e 0-5 in casa). 

Bruno_Ballante_Alba.jpg
images.jpg

Al fine di rendere più competitiva la squadra in vista del nuovo impegnativo campionato, in cui per la prima volta, essendo stata abolita la separazione tra Nord e Sud, avrebbe dovuto scontrarsi con otto squadre del Nord (oltre al Napoli inserito nello stesso girone), le autorità fasciste locali disposero la fusione tra l'Alba e la concittadina Audace Roma formando l'Alba Audace. Con tale nome partecipò alla stagione 1926-27 di Divisione Nazionale: tuttavia al termine del campionato la squadra retrocesse. Al termine della stagione Alba Audace, Fortitudo Pro Roma e Roman si fusero, fondando l'Associazione Sportiva Roma che fu riammessa nel massimo campionato. Dalla stagione successiva la Lupa capitolina dell'Alba venne usata come simbolo dalla Roma.

fusionefortitudoalbaroman.jpg
unnamed.jpg
Distintivo-calcio-RIFACIMENTO-š½-ALBA-ROMA-pin.jpg
5760.JPEG

Call 

+39 366 8942689

Email 

Follow

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Instagram
bottom of page